Comunicazione, Collare o Pettorina?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Comunicazione, Collare o Pettorina?

Messaggio  Toma ® il Mar 25 Dic - 19:04

Comunicazione, Collare o Pettorina.


Bisogna fare una lunga premessa su quelli che sono i canali ed i segnali di comunicazione dei nostri amici a 4 zampe, prima di poter spiegare perchè è assolutamente meglio una pettorina piuttosto che un collare.

Il cane ha molti canali di comunicazione, posture del corpo, gestione dei pesi, linguaggio della coda e della testa, l'olfatto (tramite odori e feromoni) e l'emissione di vocalizzi: quali abbai, uggiolii, ululati, ringhi.


L'alaskan malamute, questo in linea di massima (senza etichettare un "prodotto"), rientra nelle razze che hanno una grande capacità di comunicazione.

Oltre ad essere un grande comunicatore per passione, la selezione ha lasciato intatti, tratti primitivi simili al lupo, che, per fortuna, lo aiutano a comunicare nel modo più chiaro possibile: orecchie dritte, labbra non penzolanti, assenza di rughe sul volto, un'ottima proporzione per la gestione dei pesi... insomma non è roba da poco!

Con questo non voglio dire che, ad esempio, un povero Carlino, potrebbe avere difficoltà di comunicare, ma rispetto a quest'ultimo, i segnali emessi da un malamute sono sicuramente più chiari, sia ad un cane con poca esperienza nella comunicazione sia per noi poveri essere umani.



I CANALI DI COMUNICAZIONE:



1-SEGNALI DI CALMA (Turid Rugaas soprannominata da alcuni Heidi XXL LOL)

i segnali di calma vengono usati dal cane per calmare gli altri o se stessi, prevenire un contatto/conflitto, manifestare una volonta di non conflitto o risolverlo.
Secondo alcuni studiosi i segnali di calma potrebbero essere neurovegetativi, ad esempio il cucciolo di pochi giorni che se preso in braccio sbadiglia. Si suppone che sia come per noi umani, che nasciamo già in grado di emettere versi per poi imparare un vero e proprio linguaggio.

I segnali di calma:

- Sono sempre rivolti a qualcuno/qualcosa
- Sono sempre usati in sequenza
- fanno parte della comunicazione DIPLOMATICA
- Più la frequenza dei segnali è alta più aumenta la tensione

Ovviamente questa capacità di comunicazione, va anche ALLENATA nel tempo in maniera costante, possibilmente anche premiati quando emessi, oltre a questo i segnali che il cane manda devono essere rispettati, altrimenti il cane stesso potrà "scegliere" di non usarli più, questo perchè, il segnale emesso non viene mai colto. (è un meccanismo naturale http://www.enciclopediadellapnl.com/legge-effetto/ : emissione del comportamento > il comportamento ha dato risultati: si > continuerò ad usarlo)
Nel nostro caso sarà della serie: Che la faccio a fare stà roba qui se non mi si caga nessuno, fors un ringhio sarà più efficace?

La comunicazione è per scienza, una trasmissione di "dati" a due canali, dove c'e chi emana il segnale e chi lo percepisce, quindi e d'obbligo cercare di rispettare cosa il cane ci vuole comunicare.




I segnali di calma possono essere suddivisi in queste catetogie:




- Non punire ogni tipo di ringhio, punire il ringhio può portare il cane a non ringhiare più, ma a mordere direttamente, elogiate e rispettate i segnali di calma quando vengono emessi.


- Il diminuire delle distanze frà due cani che non si conoscono o in una situazione particolare può aumentare la TENSIONE, più la tensione e più l'arousal (attività emozionale) salgono più i movimenti dei segnali saranno meno chiari e difficilmente percettibili.

- Il momento in cui si scioglie la distanza dopo un incontro e l'interazione è MOLTO importante và fatta in maniera educata, di solito i cani "prosociali" aumentano e diminuiscono le distanze in modo molto educato (proponendo vari segnali di calma) mentre sciolgono le distanze.

quindi se avete il cane al guinzaglio in queste fasi, prestare particolare attenzione a non falsare la comunicazione!







2- POSTURA

Ovviamente i segnali calmanti non sono l'unica cosa con la quale il cane comunica e non sono la sola cosa che noi dobbiamo osservare per capire cosa il cane comunica.
Niente è dato da un singolo elemento, ma dà un insieme di segnali di comunicazione che ci fà capire in che situazione emozionale è il nostro cane, fortunatamente i cani non sanno mentire, quindi tutto il corpo emetterà dei segnali coerenti, questo facilità sicuramente un occhio allenato a capire l'esatta situazione senza fare delle ipotesi più o meno verosimili.

Tutto è variegato da posture e da bilanciamento dei pesi, a seguito una breve descrizione per suddivisione di parti




POSTURA DELLA TESTA

NASO: guardare se il naso è in movimento e se il cane stà veramente annusando

OCCHI: apertura e chiusura palpebre, grandezza pupilla

BOCCA: se è aperta, chiusa, serrata; notare gli angoli delle labbra, le righe sul volto e la ventilazione

ORECCHIE: la loro posizione rispetto l'inserimento del cranio (alte, basse, avanti, indietro) e se in attenzione verso cosa

POSIZIONE: Se la testa è portata alta o bassa

ESPRESSIONE: guardare l'espressione completa, se rilassata o tesa





POSTURE DEL TRONCO

SCHIENA: Le curvature della schiena sono importanti, fanno parte del bilanciamento dei pesi, notare se la schiena è rigida o rilassata

RESPIRAZIONE: se affannata o regolare, un cane con una respirazione regolare solitamente stà vivendo un momento di pace, prendere in considerazione la temperatura dell'ambiente circostante.

BILANCIAMENTO PESI: se il peso è spostato in avanti o indietro, ci fà capire nel quadro completo le intenzioni del cane, può essere letta attraverso una linea immaginaria che scende dalla spalla fino a terra, frontalmente invece la linea immaginaria passerà al centro del petto, per capire se il cane sposta il suo peso verso sinistra o verso destra.

TENSIONE MUSCOLARE: Se le fascie muscolari sono rigide o rilassate, nel quadro completo conta molto.


NOTA: Il bilanciamento dei pesi è importante, in quanto attraverso il bilanciamento dei pesi statico (Questa parola mi fà sorridere su questo forum) il cane può aumentare o diminuire le DISTANZE, senza spostarsi, facendoci capire il suo grado di difficolta nel possibile approccio con un altro cane/persona o verso dove è mirata la sua attenzione ecc ecc




POSTURE DELLA CODA

POSIZIONE: alta o bassa

AMPIEZZA MOVIMENTO: se ferma o in movimento, se l'ampiezza è larga o stretta

FLUIDITA'MOVIMENTO: se teso o rilassato

VELOCITA'MOVIMENTO: può essere lento o rapido


un aumento di frequenza e una diminuzione di movimento di solito possono significare un aumento di tensione.





3- PROSSEMICA

Le distanze e la gestione delle aree sociali sono molto importanti nella comunicazione, un buon rispetto di queste aree favorisce tutti i tipi di comunicazione e garantisce un incontro sicuramente piacevole per due o più cani.



Si possono dividere le aree della prossemica in 4 aree più piccole

1-Area Pubblica: c'e qualcuno ma non c'e scambio di informazioni
2-Area Sociale: C'e qualcuno e il mio canale di comunicazione è APERTO
3-Area Personale: spazio riservato del cane
4-Area Intima: Solo per pochi (super coccole, grooming)


I limiti di queste barriere sono molto soggettive, dipendono dall'individuo, dalla sua esperienza e dalla sua visione dei suoi spazi, è importante quindi saper leggere i segnali degli altri cani per capire se noi, con il nostro cane, stiamo già invadendo parte dello spazio di altri recandogli "disturbo" e quindi non favorire una buona comunicazione.

i fattori per delimitare queste aree sono:

-Individualità
-Barriere Naturali
-Distanze

IN MOVIMENTO
L'avvicinarsi di cane ad un altro(o ad una persona) può essere fatto in molteplici modi: linea retta, leggera curva, ampia curva cercando di raggiungere l'altro alle spalle. le cose da analizzare del movimento sono:

-Direzione
-Velocità
-Ritmo
-Fluidità

Ovviamente possono sovrapporsi, ad esempio: un cane può raggiungere un altro con una direzione molto retta, a velocità alta, con un ritmo elevato e un leggera fluidità, se fossi l'altro cane in questo caso mi preoccuperei a meno che non sia un mio grande amico.




4- IL CANALE OLFATTIVO

Questo canale per ovvie ragioni e a noi più o meno sconosciuto, il cane è un animale olfattivo, VIVE in un mondo di odori.

I cani riescono a distinguere un odore nell'odore. es: noi sentiamo odore di BOSCO, il cane sentirà l'odore degli alberi, dell'erba, del muschio, delle schifezze per terra e cosi via! Ovviamente i cani a differenza nostra sono in grado di respirare e di captare gli odori nello stesso momento.

Essendo il fiuto un canale molto sviluppato, il cane impiega la maggior parte del suo cervello per analizzare gli odori, quindi l'olfatto è un canale che ha i suoi tempi e questi tempi DEVONO essere rispettati, è un grande stimolo per il cervello e inoltre è un attività per il cane MOLTO RILASSANTE.

Entrare nel canale di comunicazione olfattivo quindi, può ESCLUDERE momentaneamente le altre vie di comunicazione, tradotto = Abbiate PAZIENZA.

Ci sono molti esercizi che attraverso l'olfatto migliorano la collaborazione, stimolano autostima e appagano molto il cane.



I FEROMONI

Ci sono molti tipi di feromoni, le fasce più importanti sono:

- Adozione (la mamma verso i cuccioli)
- Appagamento
- Sessuale
- Identificazione
- Allarme (a livello scientifico si è ipotizzato che i feromoni di allarme possono funzionare anche TRA più SPECIE)


Ghiandole che producono i feromoni:
- Perianale
- Cuscinetti
- Intorno alle orecchie
- Sotto il mento e la bocca

Tutti punti che di sooliti i nostri amici "ispezionano" quando si fanno nuove conoscenze...







5- REAZIONI FISIOLOGICHE

Non sono controllate dal cane ma possono indicarci un suo stato emotivo/di salute


Piloerezione (pelo dritto) FORTE EMOZIONE

Scialorrea/ipersalivazione STRESS, ANSIA O APPETITO

Midriasi (Pupilla Dilatata) PAURA, SHOCK O FORTE ISTINTO

Iperventilazione AGITAZIONE

Sudorazione PREOCCUPAZIONE (sudore tra i cuscinetti)

Forfora FORTE STRESS (può essere ISTANTANEA)

Diarrea SHOCK o FORTE STRESS

Minzioni Emozionali FORTE EMOZIONE

Svuotamento Ghiandole Perianali FORTE PAURA, ALLARME

Tremori STATO D'ANSIA






6- CANALE UDITIVO

Le voci canine possono essere distinte dà:

- ABBAIO: Difesa/Gioco/Aiuto/Avvertimento/Richiamo/Allarme

- GRUNITO: Soddisfazione/Saluto

- RINGHIO: Gioco/Gioco Fisico/Avvertimento/Avvertimento Difensivo/Minaccia

- UGGIOLIO/SQUITTIO: Sottomissione/Richiesta di Aiuto/Saluto/Dolore

- GEMITO: come sopra ma è meno frequente ed con tonalità più basse

- ULULATO: Richiamo/Coro

- SBATTERE I DENTI: Gioco/Difesa/minaccia

- SBUFFO: Richiamo/Potenziale Pericolo

- URLO: Paura Estrema








SPUNTI SULLA COMUNICAZIONE UOMO CANE:



La Comunicazione è il pilastro della RELAZIONE, soprattutto se quest'ultima non è una relazione tra due soggetti della stessa specie.

Possiamo comunicare con il nostro cane attraverso la voce (tonalità e volume), attraverso i gesti, la prossemica ed il linguaggio del corpo, è importante in questo caso comportarsi come si comportano i nostri amici a 4 zampe, cioè essere COERENTI su tutti i canali di comunicazione.

esempio: tono di voce invitante, volume medio basso, postura d'invito e gesti lenti che trasmettono fiducia = Coerenza nella comunicazione



A seguito questa tabella che ci fà capire quanto contano i canali di comunicazione che noi usiamo, sia per noi sia per il cane:


CANE - CANALE DI COMUNICAZIONE - UOMO


5% - PAROLA - 10%

14% - TONO DI VOCE E PAUSE - 35%

80% - LINGUAGGIO DEL CORPO - 55%




esempio: un nostro sorriso per il nostro cane conterà molto di più che un bravo, usatelo nelle lodi, non abbiate paura a trasmettere le vostre emozioni ad i vostri cani, loro non ne hanno di questi problemi! Questo a discapito di risultare un pò scemi agli altri, però migliorerete il vostro tipo di comunicazione!


Spesso noi essere umani diciamo, il mio cane non mi ascolta, ma mai: non riesco ad ascoltare il mio cane.
La differenza sostanziale è qui, non è perchè noi stiamo in piedi su due zampe e loro no, sono tenuti a capire tutto della nostra comunicazione, se il cane non ci ascolta evidentemente c'e un problema di comunicazione, non ha compreso cosa gli viene chiesto! quindi spesso è veramente inutile arrabbiarsi, bisogna provare a cambiare il vostro tipo di comunicazione nei suoi confronti!

“Il significato della tua comunicazione è dato dal risultato che ottieni.”
Richard Bandler

Il significato della comunicazione non è dato da quello che NOI gli attribuiamo, ma da quello che gli attribuisce il nostro CANE.
Quindi, ribadisco, se non ci sono i risultati., RIVEDERE il nostro modo di comunicare con lui!


Per esempio è inutire ripetere nello stesso tono e postura per 10 volte seduto al cane e lui non si siede, spostatevi con lui, cambiate atteggiamento in uno più positivo, migliorare i gesti e il tono della voce rendetelo più invitante, vedrete magicamente il cane sedersi e se non lo fà vorra dire che in quel momento è preoccupato da altro e mettersi seduto in quel momento non lo aggrada! Tenete in conto anche le circostanze!

Tenete in considerazione, SEMPRE, lo stato mentale del vostro cane. (se eccitato, assonnato, distratto ecc ecc)


Esempio: se il cane è eccitato da morire e necessitate di farlo calmare, fatelo con dei movimenti lenti e un tono di voce calmo

Esempio2: se il cane è eccitato da morire e lo volete far tornare al richiamo, abbiate un modo per richiamarlo che richiami la sua eccitazione, quindi fatelo in un modo molto eccitato, arrivando al suo livello emozionale, una volta tornato, potete usare dei toni calmi per calmarlo.


I consigli per una buona comunicazione sono:

1- dare coerenza su tutti i canali
2- mandare dei segnali chiari, che il cane capisce e che quindi vanno insegnati prima di poter pretendere che quest'ultimo li capisca (comando+gesti)
3- Rivedere la comunicazione se questa non dà risultati
4- Generalizzare i segnali di comunicazione soprattuto se si richiede di eseguire un comportamento, in luoghi diversi, con più Distrazioni diverse e con durate diverse, questo tutto con molta calma, lavorando piano piano e parallelamente su questi tre elementi (distrazioni, luoghi, durate)
5- Analizzare lo stato mentale del proprio cane e usare una comunicazione adatta a quello stato mentale (questo è molto importante)

Questo è un piccolo schema sul quale possiamo posizionare dei comportamenti e capire lo stato emozionale del nostro cane per poi lavorare sulla comunicazione e apprendimento.





Ricordate che se volete essere i leader dei vostri cani, la vostra comunicazione è molto importante, rivedetela sempre e comunque invece di incazzarvi perchè...

LEADERS GO FIRST!







ED ORA.... COLLARE O PETTORINA?


Abbiamo visto in grande linee tutte le vie di comunicazione dei cani, come riuscire nel comunicare con lui, ora si arriverà facilmente al perchè è meglio una pettorina piuttosto che un collare.


Il collo del cane riveste un ruolo IMPORTANTISSIMO nell'ambito del comportamento SOCIALE.
Dove la mamma afferra i cuccioli per cambiarli posizione?
Dove si afferrano i cani quando richiedono serio rispetto ad i loro simili?

Il collo del cane è una parte molto resistente, ma anche piena di recettori, ad ogni strattonata o brusco colpo, il cane viene sottoposto ad un forte stress, col passare del tempo l'uso intensivo del collare, può avere i seguenti sbocchi:

1- il cane impara col tempo ad ignorare il tiro deal collo e a tirare sempre più.
2- il cane accomulerà lo stress fino a diventare aggressivo.
3- pur di non provare quella spiacevole sensazione al collo concentrera la sua passeggiata a non ricevere le strattonate, o tendera a non voler andare avanti.

Inoltre...

Come abbiamo analizzato in precedenza1 il collare, in un incontro al guinzaglio può falsare la comunicazione, oltre lo stress che il collare può dare all'animale, il cane al collare non può emettere segnali di calma come abbassare la testa, girare la testa, annusare per finta, ma anzi, solitamente in un incontro al guinzaglio, soprattuto se il cane tende a tirare, questo avrà la testa alzata e la muscolatura rigida, chiari segnali nei quali l'altro cane può leggere che il vostro non ha belle intenzioni nell'avvicinarsi. Questo è molto importante spero sia chiaro il concetto.


Come abbiamo già visto in precedenza2, attraverso l'olfatto e il fiuto, il cane prova emozioni positive e si rilassa e come abbiamo già detto questa fase richiede del tempo, in una passeggiata con il collare e il cane al guizaglio neghiamo spesso e volentieri la possibilità al nostro cane di sentire gli odori che vuole, soprattuto quando questo è al piede, anche questo non favorisce la calma ed aumenta lo stress, un altro motivo per cui è sconsigliato l'uso del collare.

Oltre a tutte queste controindicazione, se vogliamo psicologiche, che a mio parere sono quelle che dovrebbero spingerci ad usare una pettorina se siamo solito portare il nostro cane a fare passeggiate al guizaglio, dove incontreremo altri cani, andiamo a elencare i problemi fisici che il collare può portare.

Diffidate da chi usa il collare a strangolo o semistrangolo come metodo per l'educazione del cane, oltre a essere inefficace e soprassato può arrecare questi danni:

- Lesioni ai vasi sangunei dell'occhio
- Danni trachea ed esofago
- Gravi traumatismi colonna cervicale
- Svenimenti
- Paralisi temporanea delle zampe anteriori
- Paralisi del nervo laringeo
- Atassia degli arti posteriori (http://it.wikipedia.org/wiki/Atassia)
- Altri disturbi agli occhi ed ai nervi del volto

più il cane è giovane più è facile ottenere questi danni.


Ovviamente non è una critica a chi utilizza collari, dipende dalle necessità, se si abita in una zona dove si può lasciare il cane sciolto dove il cane non viene praticamente mai legato durante incontri e eventuali passeggiate e quindi non è sottoposto a nessun stress si può benissimo usare un normalissimo collare, se invece si è solito fare molte attività col cane legato sarebbe ideale usare una pettorina per "facilitargli la vita".

Due Parole anche sul GUINZAGLIO, dovrebbe essere abbastanza lungo da potervi muovere liberamente mente il cane annusa, e abbastanza corto e leggere da non intralciare i movimenti del cane, la lunghezza per me migliore è tre metri nelle lunghe passeggiate, accorbiale ad uno e mezzo nella gestione urbana.

Non tutte le pettorine vanno bene, i modelli migliori, che non hanno nessun tipo di riscontro negativo sulla salute del cane sono i modelli ad H e quella SVEDESE.



PETTORINA VS IMBRAGO

Mi faceva piacere anche scrivere due righe su questo argomento, io ho sempre usato il collare perchè pensavo il cane poteva associare la pettorina all'imbrago e quindi al tiro.
Niente di più sbagliato, i malamute oltre ad essere ottimo comunicatori, sono sicuramente (secondo me anche più abili) ottimi OSSERVATORI, la passeggiata con la pettorina rispetto che un uscita con l'imbrago ha una vestizione completamente diversa, noi facciamo cose diverse prima di uscire, usiamo oggetti diversi ecc ecc.
Non preoccupatevi quindi che il cane non possa capire la differenza e munitevi di collare, pettorina e imbrago!

Il cane è abbastanza intelligente per distinguere tutto questo, quindi nel caso potremo avere dei problemi da parte del cane nel capire che sono due cose diverse, cerchiamo di rendergliele più diverse noi, usando proprio una routine diversa!



PS

Tutto questo accrocco di roba, l'ho battuto da cima a fondo di mia mano si evince dagli errori (quindi è di "proprietà" di questo forum), sono solo dei piccoli e cortissimi spunti di etologia e educazione cognitiva cinofila, su questo ci sono interi VOLUMI, si fanno CORSI di settimane, escluse le due righe specifiche che ho scritto sul malamaute, di materiale su questi argomenti ne trovate a bizzeffe se siete veramente interessati vi invito a leggerli (potete chiedermi i titoli via PM).

Questo che ho scritto quindi è un semplice riassuntino, spero che possa essere chiaro per tutti, ho visto che ci sono tanti nuovi utenti e tanti nuovi cuccioli, mi sembrava giusto pubblicare qualcosina con qualche nozione un pò più scientifica, magari metto l'interesse nella testa di qualcuno!


Ultima modifica di Toma ® il Gio 31 Gen - 3:47, modificato 4 volte
avatar
Toma ®
Moderatore

Numero di messaggi : 1505
Località : Ariccia Rm - Comporotondo AQ
Data d'iscrizione : 24.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Comunicazione, Collare o Pettorina?

Messaggio  Roberta il Mer 26 Dic - 0:10

Cavolo...., post moooooolto interessante. Sarà mia premura leggerlo con calma ed attenzione quanto prima.
Grazie
avatar
Roberta
Utente Lead Dog

Numero di messaggi : 2893
Località : Colleferro (Roma)
Data d'iscrizione : 08.11.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Comunicazione, Collare o Pettorina?

Messaggio  Toma ® il Mer 26 Dic - 19:31


Ecco qua, un Classico esempio di comunicazione falsata da collare e guinzaglio teso:



Qua un pò di segnali di calma:



Questo è un video molto bello e famosi, di Cani Per Caso, dove c'e un esmosi emozionale (passaggio di emozioni) con
Ricalco e Guida:



Questo video invece mi fà troppo ridere, guardare il cane piccolo e furbetto come emette segnali di calma mentre spezza le distanze:
(quello spiegato più su)




Ecco il link al Dvd della Rugass, poi dite perchè la chiamano HEIDI XXL
Ve ne consiglio la visione, vedetevi tutte le parti
avatar
Toma ®
Moderatore

Numero di messaggi : 1505
Località : Ariccia Rm - Comporotondo AQ
Data d'iscrizione : 24.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Grazie per questo topic

Messaggio  oraziocalabretta il Lun 21 Apr - 22:13

è stato utilissimo per me visto che sono ignorante sull'argomento e per la piccola kira ho preso un collare,domani vado subito a prendergli una pettorina,La mia domanda è visto che è una cucciola di 2 mesi e poco più l'ho sempre fatta uscire col collare un'uscita con la pettorina penserebbe magari che sia una cosa diversa no? e visto che gli sto insegnando pian piano a non tirare dato che il cane lo porta fuori anche mia madre (50kg) e quando il cane crescerà,se educato in una maniera non corretta sarà un po un problema portarlo a giro per me e specialmente per mia madre mi potresti dare magari dei consigli per educarlo a non tirare.Grazie
avatar
oraziocalabretta
Utente Team Dog

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 18.04.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Comunicazione, Collare o Pettorina?

Messaggio  Balù il Dom 4 Gen - 13:54

interessantissimo ......... grazie Toma

_________________
A volte si accomoderà sul tappeto fissandovi con occhi tanto teneri, affettuosi e umani da intenerirvi e sarà impossibile credere che lì non vi sia un'anima
avatar
Balù
Utente Co-Lead Dog

Numero di messaggi : 2036
Età : 48
Località : Como
Data d'iscrizione : 07.08.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/user/atemdepeche/feed

Tornare in alto Andare in basso

Re: Comunicazione, Collare o Pettorina?

Messaggio  ElisaF il Ven 7 Ago - 9:59

Secondo me il collare, se usato bene, non da nessuna controindicazione. Premesso che concordo sull'uso della pettorina (soprattutto se ad H) nei cuccioli e nel trekking, il cane dev'essere educato alla "condotta" in città anche da addestratori, se necessario. La passeggiata è un momento di grande comunicazione e scoperta e non potrà essere piacevole se lui tira e pensa "ma 'sta lentona perchè non si sbriga?". La conseguenza è ovviamente che il cane inizierà a tirare di più. Passa da momento stressante a goduria infinita quando padrone e cane sanno comunicare, il cane capisce che il momento per correre non è quello che si passa sul marciapiede e impara a tenere il passo del padrone.
Una volta imparato, che indossi una pettorina, un collare o un'imbrago tecnico poco cambia.
Il cane non va mai strattonato, ne con la pettorina ne con il collare, perchè in entrambi i casi gli si provoca stress. Ci sono molti altri metodi, dal marker vocale alle crocchette, per evitare le soste troppo lunghe in passeggiata (urbana). Inoltre ho più di qualche cliente peloso che, con la pettorina, si inibisce e cammina raso muro.
Per finire, usare il collare in passeggiata e la pettorina quando c'è da divertirsi aiuta il cane a distinguere i due momenti: cambierà proprio atteggiamento in base al "vestitp" che gli mettiamo... un po' come noi!
avatar
ElisaF
Utente Team Dog

Numero di messaggi : 20
Località : Casale sul Sile (Treviso)
Data d'iscrizione : 05.08.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Comunicazione, Collare o Pettorina?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum